Newsletter n. 4/2013

Notizie, informazioni e aggiornamenti sull'attività dei settori Istruzione, Formazione e Lavoro del Circondario Empolese Valdelsa

Supplemento al n. 33 del periodico "Circondario Eventi" - Reg. Trib. di Firenze n. 5114 del 29.10.2001 - anno X.
Proprietario ed editore: Circondario Empolese Valdelsa - Piazza della Vittoria, 54 - 50053 Empoli (FI).
Direttore responsabile: Salvatore Lagaccia.
Fonte delle notizie: Amministrazioni Comunali.

"Strano Paese il nostro: colpisce i venditori di sigarette, ma premia i venditori di fumo" - Indro Montanelli

Archivio Newsletters

Newsletter n. 4 - Aprile 2013


Notizie dall'Ufficio Istruzione:

1. SCUOLA: LA FOTOGRAFIA DELLA TOSCANA NEL RAPPORTO DELLA REGIONE
Un sistema scolastico efficiente, caratterizzato da un'offerta ampia e qualificata di servizi in favore della prima infanzia, con un'attenzione agli studenti disabili e con un buon indice di integrazione degli studenti stranieri. Ma, allo stesso tempo, anche con una serie di problemi da affrontare: dalla scarsità di risorse alla criticità della dispersione scolastica.
É ciò che emerge dalla ricognizione a 360° sul mondo scolastico regionale realizzata con il I rapporto "Dal nido alla scuola superiore", un'approfondita analisi dei punti di forza e delle debolezze che è stata presentata dai competenti uffici della Regione Toscana.
Il rapporto si divide in quattro parti. Nelle prime due sono contenuti tutti i dati riferiti ai servizi educativi per l'infanzia e quelli che riguardano l'istruzione. Rispetto ai primi, che si rivolgono ai bimbi da 0 a 3 anni, viene messa in evidenza la leggera prevalenza dei servizi privati su quelli pubblici (51,9% contro il 48,1% a differenza del dato nazionale, 59 contro 41); la grande crescita del tasso di ricettività delle strutture toscane, passato dal 2007 al 2011 dal 28,7% al 31,7% (+3%), maggiore sia della media nazionale (19%) che di quello delle regioni del centro-nord (22-25%) e la buona capacità di dare una risposta alla domanda che supera l'83% (+8% rispetto al 2007). Buona anche la risposta della Toscana rispetto all'indice di copertura fissato dal Consiglio europeo di Lisbona al 33% entro il 2012: nel 2011-2012 l'obiettivo è stato superato raggiungendo il 33,4%, con un aumento dal 2004 di quasi 7 punti.
Molte delle ombre riguardano invece il fenomeno della dispersione scolastica. La Toscana è tra le regioni italiane con i valori più alti di abbandono prematuro degli studi: 18,6% contro il 18,2% nazionale e un trend non favorevole, soprattutto nell'ultimo periodo. I maschi abbandonano molto di più (23,4%) rispetto alle femmine (13,6%). Il numero dei NEET (Not in Education, Employment or Training, cioè la quota di popolazione tra i 15-29 anni né occupata, né in un percorso di istruzione o formazione di qualsiasi tipo, escluso l'autoapprendimento) è anch'esso in crescita, in questo caso maggiormente tra le donne che tra gli uomini. In Italia siamo al 22,7% (media UE intorno al 15%), che si traduce nel 2011 in oltre 2 milioni di persone. I valori toscani sono al di sotto della media nazionale: dal 2007 al 2011 la crescita è stata superiore a quella della media italiana, raggiungendo il 16,4% (uomini 13,4%, donne 19,4%). Non positivo anche il dato che riguarda gli alunni in ritardo rispetto al regolare percorso di studi: nel 2011 sono quasi 63mila, il 15,59% degli iscritti. Anche in questo caso, il fenomeno è in aumento negli ultimi cinque anni e riguarda soprattutto le scuole secondarie, specie quelle di II grado.
Per una lettura più approfondita del rapporto, si rimanda al sito della Regione Toscana.

2. APPROVATO IL CALENDARIO SCOLASTICO DEL 2013-14
Nelle scuole toscane di ogni ordine e grado le attività didattiche per l'anno scolastico 2013-14 inizieranno mercoledì 11 settembre 2013 e termineranno, di norma, sabato 7 giugno 2014: lo ha stabilito la Giunta Regionale approvando all'unanimità il nuovo calendario scolastico.
In base a comprovate esigenze, le singole istituzioni scolastiche autonome, comunque d'intesa con gli Enti locali che erogano i servizi scolastici, possono anticipare la data di inizio delle attività scolastiche a lunedì 9 settembre 2013.
I giorni di lezione per l'attività didattica svolta su 6 giorni settimanali sono complessivamente 206 (205 compreso il Santo Patrono) e calano a 173 (172 compreso il Santo Patrono) per le scuole in cui le attività didattiche sono svolte su 5 giorni.
Nelle scuole d'infanzia, le attività educative terminano il 30 giugno 2014.
La deliberazione indica i giorni con carattere di festività: oltre a tutte le domeniche, sabato 2 novembre 2013 (Tutti i Santi); l'8 dicembre (Immacolata Concezione, che cade di domenica); il 24 e 25 dicembre (Santo Natale e Santo Stefano); il primo gennaio 2014 (Capodanno); lunedì 6 gennaio (Epifania); domenica 20 e lunedì 21 aprile (Pasqua di Resurrezione e lunedì dell'Angelo); venerdì 25 aprile (Festa della Liberazione); giovedì 1 maggio (Festa del Lavoro); lunedì 2 giugno (Festa della Repubblica) oltre che, Comune per Comune, la festa del Santo Patrono. Si fa presente che la "Festa della Toscana" (il 30 novembre) non prevede sospensione di attività didattiche né chiusura delle scuole.
Le vacanze natalizie vanno dal lunedì 23 dicembre 2013 al lunedì 6 gennaio 2014 compresi e quelle pasquali dal giovedì 17 aprile al martedì 22 aprile 2014 compresi.
Le lezioni sono altresì "obbligatoriamente sospese" in altri quattro giorni: sabato 3 novembre 2013, sabato 26 aprile 2014, venerdì 2 e sabato 3 maggio 2014.
Per un esame più dettagliato, si rimanda al sito della Regione Toscana

Notizie dall'Ufficio Formazione:

1. FORMAZIONE INIZIALE E PERIODICA PER INSEGNANTI E ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLE: CIRCOLARE DELLA REGIONE TOSCANA
Con la circolare n. 67843 dello scorso 11 marzo, la Regione Toscana ha trasmesso una nota informativa concernente i percorsi di formazione iniziale e periodica per insegnanti e istruttori di autoscuole, con riferimento al Decreto n.17/2011 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, specificando che:
  • le autoscuole e i centri di istruzione automobilistica possono svolgere i corsi di formazione di cui trattasi senza l'obbligo di accreditarsi presso le Regioni;
  • i soggetti sopra citati e le agenzie formative accreditate devono presentare domanda di riconoscimento dei corsi di formazione iniziale alle Amministrazioni provinciali territorialmente competenti in ragione della sede dell'autoscuola o del centro di istruzione automobilistica, ai sensi dell'art. 17, comma 1, lett. b) della L.R. n. 32/2002, e s.m.i.;
  • per i corsi di formazione periodica per insegnanti e istruttori di autoscuole (aggiornamento) non devono essere presentate domande di riconoscimento alle Amministrazioni competenti. Tuttavia, al fine di consentire agli Uffici provinciali del settore Trasporti e alla Motorizzazione Civile gli indispensabili adempimenti amministrativi, è richiesto a tutti i soggetti che erogano corsi di formazione periodica di trasmettere a detti uffici una comunicazione preventiva, almeno 15 giorni prima dell'avvio del corso, contenente le date, la sede e il programma del corso, i CV dei docenti e l'elenco dei partecipanti.
Si ricorda infine, come indicato nella circolare, che i soggetti sopra richiamati non possono svolgere corsi di formazione periodica per insegnanti e per istruttori che siano parte del proprio corpo docente o che ne abbiano fatto parte negli ultimi 6 mesi.

Notizie dall'Ufficio Politiche del Lavoro:

1. PROGETTO «TRANSNAZIONALITÀ PER LO SVILUPPO DEL BENESSERE»: VISITA DI STUDIO IN FINLANDIA PER «TAITAJA 2013»
Continuano le attività del progetto "Tra.Svi.Be.: transnazionalità per lo sviluppo del Benessere", finanziato dalla Regione Toscana con le risorse del P.O.R. Obiettivo 2 2007-2013, asse V "Transnazionalità e Interregionalità", gestito dall'Unione dei Comuni Circondario dell'Empolese Valdelsa, in partenariato con le Province di Arezzo e Prato e il supporto operativo dell'Accademia I Santini e l'Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa. "Tra.Svi.Be." punta a favorire la crescita della qualità e dell'occupazione nel settore del benessere mediante lo scambio di buone pratiche e l'offerta di nuove opportunità di apprendimento presso enti formativi all'estero per gli studenti delle accademie di acconciatura ed estetica.
La prossima azione del progetto si svolgerà dal 13 al 16 maggio prossimi, a Joensuu, in Finlandia, in occasione della manifestazione Taitaja: "Taitaja" è una sorta di campionato nazionale delle competenze, promosso dal Ministero dell'Educazione e dall'Agenzia Nazionale dell'Educazione, con la partecipazione delle scuole tecnico-professionali e il supporto delle parti sociali, nonché la sponsorizzazione di alcune grandi aziende nazionali, che vede impegnati studenti e studentesse da tutto il paese, che si cimentano nell'esercizio di svariate professioni, e attira ogni anno fino a 30.000 visitatori, inclusi studenti da altri Paesi che sono destinati a competizioni collaterali.
I "Taitaja" sono divenuti sempre più popolari nel corso degli anni, avendo guadagnato credibilità come strumento per sviluppare e potenziare il sistema della formazione professionale, attraverso il miglioramento delle competenze possedute dai competitori; il trasferimento di tale miglioramento sugli esiti dell'apprendimento di tutti gli allievi impegnati in percorsi di formazione professionale, attraverso lo spirito di emulazione e l'apprestamento di tecniche di insegnamento più raffinate ed efficaci; l'elevato coinvolgimento e interesse da parte degli istituti scolastici e dei docenti di questi; la stretta cooperazione fra le scuole/agenzie formative e il mondo produttivo, dovuto al coinvolgimento delle imprese nella programmazione e realizzazione del campionato; l'incremento della visibilità e della considerazione sociale della formazione professionale; l'apertura di un canale di reclutamento del personale assai apprezzato dalle imprese.
Grazie agli accordi stipulati con le autorità finlandesi dall'Unione dei Comuni, quattro allievi dei corsi di formazione dell'Accademia I Santini parteciperanno alla kermesse insieme a colleghi di altri Paesi, beneficiando di un nuovo modo di concepire la formazione, che enfatizza l'alta qualificazione e la mobilità professionale come leve per incrementare le possibilità competitive nel mercato del lavoro.

2. ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE, 16 MILIONI PER LA NUOVA OFFERTA DI PERCORSI INTEGRATI
Via libera alla nuova organizzazione dell'offerta regionale di istruzione e formazione professionale che partirà all'avvio dell'anno scolastico 2013-14.
La Giunta regionale ha approvato, su proposta di Gianfranco Simoncini, Assessore alle attività produttive, lavoro e formazione, i nuovi indirizzi su base triennale, destinando un finanziamento complessivo di 16 milioni di euro.
I percorsi previsti in Toscana dal sistema regionale che integra istruzione professionale a formazione (IeFP), si rivolgono ai giovani che scelgono le scuole professionali per conseguire una qualifica o che, una volta usciti dal sistema scolastico, vogliono rientrarvi o comunque acquisire una professionalità spendibile sul mercato del lavoro.
L'offerta formativa di istruzione e formazione professionale in Toscana si realizza dunque attraverso questi due canali, entrambi finalizzati al rilascio della qualifica. Il primo si realizza negli Istituti professionali statali, che programmano percorsi triennali ad hoc, con un'offerta che integri o si aggiunga ai programmi già esistenti (secondo la normativa "in sussidiarietà integrativa o complementare"). L'acquisizione della qualifica può comunque consentire, a chi lo voglia, di continuare il percorso quinquennale fino al raggiungimento del diploma. Per questo canale, il finanziamento regionale è di 4,55 milioni di euro per il 2013-14 e altrettanti per il 2014-15. Il secondo canale è rappresentato dalle agenzie di formazione accreditate, che realizzano percorsi biennali destinati ai giovani che hanno assolto l'obbligo di istruzione e sono fuorusciti dal sistema scolastico. Per questi interventi, gestiti dalle Province, il finanziamento per il 2013-14 è di circa 7 milioni di euro.
Per maggiori informazioni, si rimanda al sito della Regione Toscana.

Logo del Centro per l'Impiego Notizie dai Servizi per l'Impiego - Offerte di lavoro:

1. IL 6 MAGGIO 2013, INFODAY «GIOVANISÌ» PRESSO LA BIBLIOTECA DI EMPOLI
Il 6 maggio 2013, dalle ore 9 alle ore 18, presso la Biblioteca Comunale Renato Fucini di Empoli, in via Cavour, 32, sarà presente uno stand informativo dell'Infopoint GiovaniSì di Empoli per illustrare le opportunità offerte dal progetto GiovaniSì della Regione Toscana, dedicato ai giovani dai 18 ai 40 anni.

2. IL 9 MAGGIO 2013, EVENTO «GIOVANISÌ, OPEN UP» AL FESTIVAL D'EUROPA A FIRENZE
Dal 7 al 12 maggio prossimi, torna il Festival d'Europa a Firenze e si rinnova l'occasione per discutere sulle attività dell'Unione Europea e dei suoi Stati membri. L'iniziativa è promossa dalle maggiori istituzioni europee, nazionali e regionali e si articola in un ricco programma di convegni, seminari, workshop e spettacoli dal vivo che coinvolgeranno enti accademici, centri di ricerca, osservatori politici e associazioni culturali del panorama nazionale e internazionale
All'interno della programmazione del Festival, giovedì 9 maggio (SUC delle Murate, Firenze, ore 15-19), GiovaniSì promuove l'incontro e-Skills Profiles. Agenda Digitale Europea. Nuovi profili professionali per il web e opportunità per enti pubblici e soggetti privati, evento inserito all'interno del neonato percorso "GiovaniSì, open up" format di incontri legati ai temi promossi da Europa2020, che vedrà nel corso del 2013 il coinvolgimento di giovani e aziende toscane.

3. CORSO DI 12 ORE DI INFORMATICA DI BASE IN MODALITÀ TRIO
Si terrà nel mese di maggio, presso l'aula TRIO del Centro per l'Impiego di Empoli un corso di informatica di base di 12 ore (Word, posta elettronica, accesso al portale di incrocio domanda/offerta Me.La) rivolto a tutti coloro che desiderano partecipare.
Le lezioni si terranno il 28 e il 30 maggio, in orario 9.30-13.30, e il 31 maggio dalle ore 14 alle ore 18.
Il corso è gratuito e prevede a conclusione il rilascio di un attestato di frequenza.
Per partecipare, è obbligatoria la prenotazione, presentandosi all'accoglienza del Centro per l'Impiego, in via delle Fiascaie, o telefonando ai numeri di telefono 0571/9803302-3.

4. RAPPORTO REGIONALE SUI TIROCINI NELL'AMBITO DEL PROGETTO «GIOVANISÌ»
La Regione Toscana ha pubblicato un rapporto effettuato dal servizio formazione, che analizza i dati forniti dalla banca dati dei servizi per l'impiego (Idol) e quelli del progetto GiovaniSì, nell'ambito del quale viene gestita la legge sui tirocini. I tirocini attivati da aprile 2012 (data di avvio della legge) al dicembre dello stesso anno, sono in tutto 6732, per 2937 di questi è stata fatta richiesta di rimborso sulla base della legge regionale della quota di 300 euro a fronte dei 500 erogati. Sottraendo a questi dati la quota dei soggetti over 30, che non possono accedere al contributo previsto dalla legge, i soggetti che avrebbero potuto accedere al beneficio risultano 4338: ne risulta che il tasso di copertura è pari al 67,7%, un livello che incoraggia a proseguire sulla strada intrapresa.
I tirocini si rivelano utili anche per favorire l'ingresso nel mercato del lavoro. Dal giugno 2011, data di avvio della nuova normativa sui tirocini, sono arrivate alla Regione Toscana 92 domande per l'erogazione del contributo previsto per le aziende che assumono a tempo indeterminato il tirocinante dopo la fine del tirocinio.
Molti di più i rapporti di lavoro a tempo determinato: dal 2011 al dicembre 2012 i tirocinanti occupati sono stati in tutto 1578, circa il 33% di tutti i tirocinanti passati dai Servizi per l'impiego (ovvero 4764). Di questi, la stragrande maggioranza ha avuto contratti a termine, della durata da 1 a non meno di 60 giorni.
Per quanto riguarda infine i settori in cui sono stati attivati i tirocini, i dati mostrano una netta prevalenza delle attività manifatturiere e del commercio. Il numero dei tirocini liquidati, al netto delle proroghe, è di 1520 per 1,7 milioni di euro. Le risorse complessivamente impegnate sono state, a partire dal giugno 2011, poco meno di 8 milioni di euro.
Sul sito della Regione Toscana è possibile leggere il documento completo.

Notizie dalla Referente di Parita':

1. BANDO P.O.R. OBIETTIVO 2 2007-2013 «LIBERAMAMMA»: APPROVATA LA GRADUATORIA DELLE DOMANDE PERVENUTE NEL MESE DI MARZO 2013
Con determinazione n. 150 del 15.04.2013, è stata approvata la graduatoria delle domande pervenute nel mese di marzo 2013, sul bando P.O.R. Obiettivo 2 2007-2013 "Liberamamma".
Sul sito dell'Ufficio Politiche del Lavoro è disponibile la graduatoria completa.

Logo del Fondo sociale europeo
Logo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Logo del Regione Toscana
Logo del Fondo Sociale Europer Programma Operativo Regione Toscana
Valid XHTML 1.1! Valid CSS!