Newsletter n. 7/2013

Notizie, informazioni e aggiornamenti sull'attività dei settori Istruzione, Formazione e Lavoro del Circondario Empolese Valdelsa

Supplemento al n. 33 del periodico "Circondario Eventi" - Reg. Trib. di Firenze n. 5114 del 29.10.2001 - anno X.
Proprietario ed editore: Circondario Empolese Valdelsa - Piazza della Vittoria, 54 - 50053 Empoli (FI).
Direttore responsabile: Salvatore Lagaccia.
Fonte delle notizie: Amministrazioni Comunali.

"Io non ho mai avuto problemi con la droga. Ho avuto problemi con la polizia" - Keith Richards

Archivio Newsletters

Newsletter n. 7 - Luglio 2013


Notizie dall'Ufficio Istruzione:

1. BANDO PER LA MOBILITÀ DEGLI STUDENTI DELLE SCUOLE SECONDARIE DI II GRADO TOSCANE, ANNO 2013-14: SCADENZA DEL 25 OTTOBRE 2013
Nel quadro del progetto GiovaniSì, la Regione Toscana, con il decreto n. 2465 del 18.06.2013, ha approvato il nuovo Bando per la concessione di contributi a favore della mobilità per gli studenti delle scuole secondarie di II grado toscane - anno scolastico 2013-2014, con il quale si finanziano progetti di mobilità transnazionale, rivolti a studenti delle istituzioni scolastiche secondarie autonome della Toscana.
Le risorse dell'asse V del P.O.R. Obiettivo 2 2007-2013 sul bando in oggetto sono pari a Euro 450.000 e la scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione è il 25 ottobre 2013.
I progetti di mobilità presso scuole e realtà aziendali estere devono essere presentati dalle scuole secondarie di secondo grado e rivolti a un'intera classe dell'istituto (sezioni terze e quarte). Il soggiorno all'estero ha una durata minima di quindici giorni.
Per maggiori informazioni, si rimanda all'Ufficio Mobilità transnazionale della Regione Toscana, telefoni 055/4382054 e 055/4382007, nonché all'avviso pubblico e alla relativa modulistica.

2. PRESTITI D'ONORE PER I GIOVANI LAUREATI
La Regione Toscana sostiene, attraverso l'attivazione di prestiti d'onore sino ad un massimo di 50 mila euro, l'accesso al credito di giovani laureati che intendono investire sull'accrescimento delle proprie competenze, frequentando percorsi di alta formazione e specializzazione in Italia e all'estero.
Con il decreto 2252 del 30 maggio, la Giunta ha approvato il nuovo Regolamento relativo alla misura del prestito d'onore.
Il termine ultimo è fissato al 30 aprile 2015.
La misura sarà comunque attiva fino all'esaurimento delle risorse previste.
Possono presentare domanda di finanziamento i giovani in possesso di laurea magistrale, vecchio Ordinamento e triennale, fra 22 e 35 anni (non compiuti); residenti o domiciliati in Toscana da almeno 2 anni, che hanno conseguito il diploma di laurea con un punteggio non inferiore a 100/110 e non oltre 1 anno dopo la fine della durata legale del corso di studi.
I percorsi di formazione per cui si può richiedere il prestito d'onore sono i dottorati di ricerca, i corsi di specializzazione post-laurea e i master di I e II livello
Per maggiori informazioni, si rimanda alla pagina web dedicata.

Notizie dall'Ufficio Formazione:

1. AVVISO PUBBLICO PER ATTIVITÀ RICONOSCIUTA (ex art. 17, c. 1, lett. B, L.R. 32/2002 e s.m.i): SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE AL 31 LUGLIO 2013
Con determinazione n. 73 del 25.02.2013, l'Unione dei Comuni Circondario dell'Empolese Valdelsa ha approvato le modifiche all'Avviso pubblico per l'attività riconosciuta (art. 17, comma 1, lett. B, L.R. 32/2002 e s.m.i), disponibile in formato elettronico nella sezione Bandi & graduatorie del sito dell'Ufficio Formazione.
La prossima scadenza per la presentazione delle domande è fissata alle ore 13 del 31 luglio 2013.
L'avviso per i corsi riconosciuti vale anche per gli Istituti professionali di Stato che volessero attivare percorsi di formazione serali per adulti, volti al conseguimento di una qualifica triennale di Istruzione e Formazione Professionale: gli IPS devono attenersi alle disposizioni generali che regolano la presentazione e la realizzazione dei corsi riconosciuti ai sensi dell'art. 17 sopra citato e rispettare le medesime scadenze annuali del 31 marzo, 31 luglio e 1° dicembre. Per maggiore dettaglio, si rimanda a ogni buon fine alla circolare emanata in materia dal competente settore della Regione Toscana.
Si rammenta infine che con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n. 147 del 25 giugno 2013 della Legge di conversione n. 71 del 24 giugno 2013, con modificazioni, del Decreto-Legge n. 43/2013, sono state aumentate le misure dell'imposta fissa di bollo. Pertanto la marca da bollo passa da Euro 14,62 a Euro 16,00.

2. NUOVE NORME PER IL MESTIERE DI ACCONCIATORE E PER IL RELATIVO PERCORSO FORMATIVO
Con la L.R. n. 29 del 03.06.2013, recante "Norme in materia di attività di acconciatore" e con la D.G.R. n. 532 del 01.07.2013 contenente gli "Indirizzi per la realizzazione dei percorsi di formazione per lo svolgimento dell'attività di acconciatore", la Regione Toscana ha sancito le modalità per lo svolgimento dell'esame ex art. 3, comma 1 della Legge n. 174/2005, per coloro che sono in possesso dei requisiti stabiliti dall'art. 10, comma 2 della citata L.R. n. 29/13.
Con il successivo decreto n. 2752 del 12.07.2013, la Regione Toscana ha inoltre adottato le schede formative dei seguenti profili professionali disciplinati da legge: Acconciatore (addetto); Acconciatore (addetto): Percorso di specializzazione abilitante all'esercizio in forma autonoma della professione di acconciatore; Acconciatore (addetto): Percorso abilitante all'esercizio in forma autonoma della professione di acconciatore (art. 3, comma 1, lett. b) della L. 174/05); Acconciatore (addetto): Percorso di riqualificazione abilitante all'esercizio in forma autonoma della professione di acconciatore (art. 6, comma 5 e 6 della L. n. 174/05). Per la visione delle singole schede descrittive, si rimanda al sito della Regione Toscana.
Pertanto, in vista della prossima scadenza dell'avviso pubblico per la presentazione delle richieste di riconoscimento di percorsi formativi ai sensi dell'art. 17, lett. b) della L.R. n. 32/2002, fissata alle ore 13 del 31 luglio 2013, le agenzie formative accreditate devono presentare un progetto specifico solo per lo svolgimento dell'esame per gli utenti che hanno maturato i requisiti stabiliti dalla Legge n. 29/13:
  • attività lavorativa svolta in qualità di socio, dipendente o collaboratore presso un'impresa di acconciatore per un periodo non inferiore a tre anni;
  • attività lavorativa svolta con contratto di apprendistato presso un'impresa di acconciatore per la durata prevista dalla contrattazione collettiva di categoria.
Tale esame verterà sui contenuti previsti dal superato profilo di "Addetto parrucchiere unisex" di 1800 ore, presente nel repertorio regionale alla data di entrata in vigore della L.R. n. 29/2013. Occorre chiarire invece che il riconoscimento dei progetti formativi ai fini del rilascio della qualifica di "Acconciatore (addetto)" dovrà avvenire esclusivamente in relazione ai nuovi percorsi di cui al decreto n. 2752/2013 e non potranno, quindi, essere riconosciuti progetti che fanno riferimento al vecchio profilo di "addetto parrucchiere unisex" (non più coerente con la vigente normativa in materia).
Quanto ai corsi di formazione in essere all'8 giugno 2013, data di entrata in vigore della L.R. n. 29/2013, si ossservano le seguenti norme:
  • i corsi di formazione per "Addetto parrucchiere unisex" della durata di 1800 ore, non ancora conclusi all'8 giugno 2013, vanno a conclusione secondo la previgente disciplina;
  • i corsi di formazione per "Addetto parrucchiere unisex" della durata di 1800 ore, già in possesso del riconoscimento ma non ancora avviati all'8 giugno 2013, devono essere riprogettati in osservanza della Legge regionale citata e dei successivi provvedimenti attuativi;
  • le domande di riconoscimento dei corsi formativi, il cui iter procedurale non è ancora concluso all'8 giugno 2013, possono essere riconosciuti solo se i contenuti dei corsi sono progettati in conformità alla Legge regionale citata e ai successivi provvedimenti attuativi.

3. D.G.R. N. 559/2008: INFORMATIVA SULLA FORMAZIONE IN E-LEARNING NELLE IMPRESE ALIMENTARI
Con la circolare n. 175146 del 04.07.2013, la Regione Toscana ha fornito indicazioni in ordine all'uso della metodologia e-learning per la formazione dei propri addetti da parte delle imprese alimentari.
Alla luce della D.G.R. n. 559/2008, recante "Indirizzi in materia di formazione degli alimentaristi - Revoca della DGR 1388/2004", e della successiva nota esplicativa del 28.11.2008, entrambe visibili nella sezione Normativa del sito internet dell'Ufficio Formazione, la Regione Toscana precisa che le imprese alimentari possono realizzare la formazione per i propri dipendenti in e-learning, a condizione che:
  • le modalità di svolgimento della formazione e il contenuto dei corsi siano coerenti con le disposizioni di cui alla D.G.R. e alla nota esplicativa sopra citate;
  • la verifica finale dell'apprendimento sia svolta in presenza, a cura del soggetto attuatore e con le modalità indicate nel progetto formativo;
  • al termine del percorso formativo, le imprese rilascino ai propri addetti il dovuto attestato di frequenza, contenente gli elementi indispensabili indicati nel § 15 della nota esplicativa già richiamata.
La Regione Toscana ricorda altresì che, attraverso il sistema regionale di web-learning TRIO, sono a disposizione degli utenti contenuti formativi gratuiti rispettosi della normativa di riferimento, cui anche le aziende alimentari possono ricorrere per le azioni formative di cui in parola.

Notizie dall'Ufficio Politiche del Lavoro:

1. P.O.R. OBIETTIVO 2 2007-2013: MODIFICATO IL PAD PER IL REPERIMENTO DEI FONDI DA DESTINARE AL FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI PER L'IMPIEGO
Con la D.G.R. n. 557 del 08.07.2013, la Regione Toscana ha apportato delle modifiche al "Provvedimento attuativo di dettaglio del P.O.R. Obiettivo 2 F.S.E. 2007-2013": la variazione riguarda lo storno di fondi per il reperimento delle risorse che serviranno a garantire il funzionamento dei Servizi per l'impiego a partire dal 1° gennaio 2014.

2. PUBBLICATO IL NUOVO AVVISO REGIONALE PER TIROCINI NON CURRICULARI
Con il decreto n.n. 2589/2013 è stato approvato il nuovo avviso per l'erogazione del contributo regionale per la copertura totale o parziale dell'importo forfetario a titolo di rimborso spese corrisposto al tirocinante e dell'incentivo all'inserimento lavorativo con contratto a tempo indeterminato o determinato di durata non inferiore a due anni.
Per offrire ai giovani la possibilità di prepararsi al mondo del lavoro con un'adeguata formazione, l'indennità di rimborso di almeno 500 euro mensili lordi, che spetta alle persone in età 18-30 anni che svolgono un tirocinio presso enti pubblici e privati, è co-finanziata dalla Regione Toscana per l'importo di 300 euro.
Il contributo regionale è concesso senza limiti di età ai tirocinanti disabili o appartenenti alle categorie svantaggiate individuate dall'art. 17ter, comma 8, della L.R. n. 3/2012.
Il tirocinio ha una durata da un minimo di 2 mesi fino a un massimo di 6 (proroghe comprese), fatta salva la possibilità di una durata fino a 12 mesi per i soggetti laureati esclusivamente per i tirocini di inserimento e reinserimento al lavoro.
La durata massima del tirocinio è di 12 mesi, proroghe comprese, se i destinatari sono i soggetti svantaggiati di cui all'art. 17ter, comma 8, della L.R. n. 3/2012 . Tale durata è estesa fino ad un massimo di 24 mesi se i destinatari sono i soggetti disabili di cui alla Legge n. 68/1999.
Se l'ente ospitante privato, alla fine del tirocinio, decide di assumere il giovane con un contratto a tempo indeterminato, la Regione mette a disposizione incentivi pari a 8 mila euro, che saranno elevati a 10 mila euro in caso di tirocinanti appartenenti alle categorie svantaggiate.
Inoltre, l'azienda ospitante può accedere a un contributo di 4 mila euro se questa, al termine del tirocinio, assume il giovane con un contratto a tempo determinato di almeno 2 anni. Tale incentivo è elevato a 5 mila euro in caso di assunzione di un soggetto iscritto alla Legge n. 68/1999 o di un soggetto svantaggiato di cui all'art. 17ter, comma 8 della L.R. n. 3/2012.
Il nuovo avviso pubblico, approvato con il decreto n. 2589/2013, entra in vigore dal 26 luglio 2013.
Per quanto riguarda le richieste di incentivo per l'assunzione a tempo determinato con contratto di durata non inferiore a due anni effettuate dal 14 febbraio 2013 (data di entrata in vigore delle modifiche alla L.R. n. 32/2002, disposte dalla L.R. n. 2/2013) al 10 luglio 2013, la domanda deve essere presentata entro il 9 agosto 2013.
Per ulteriori dettagli, si rinvia alla pagina del progetto GiovaniSì.

3. ULTIMO INCONTRO DI ORIENTAMENTO POST-DIPLOMA AL SERVIZIO TERRITORIALE PER L'IMPIEGO DI FUCECCHIO L'11 SETTEMBRE 2013
Sono stati calendarizzati presso il Servizio Territoriale per l'Impiego di Fucecchio, incontri di orientamento post-diploma rivolti agli utenti in uscita dalla scuola secondaria di secondo grado e ai giovani in generale: l'ultimo è in calendario l'11 settembre 2013.
All'incontro, le persone interessate potranno informarsi su tutto quello che c'è da sapere per entrare nel mondo del lavoro o in quello dell'università, attraverso l'analisi delle tecniche di ricerca di lavoro, della compilazione del curriculum vitae, dell'attivazione di tirocini e di percorsi di formazione piuttosto che di candidatura per il servizio civile e la mobilità all'estero. Sarà inoltre l'occasione per conoscere più da vicino i Servizi per l'Impiego e le loro funzioni.
L'incontro si terrà dalle ore 17 alle ore 19.

4. FARE IMPRESA IN AGRICOLTURA: APERTE FINO AL 27 AGOSTO 2013 LE ISCRIZIONI AL PROGETTO DELLA PROVINCIA DI FIRENZE
L'Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Firenze, in collaborazione con l'Istituto Tecnico Agrario di Firenze, organizza dei laboratori aperti ai giovani diplomati dai 18 ai 35 anni che vogliono fare esperienze utili per il lavoro autonomo o l'attività di impresa in agricoltura.
I laboratori, che si terranno nei prossimi mesi di ottobre e novembre, sono gratuiti e interamente finanziati dalla Provincia di Firenze con fondi del progetto #occUPI 2012, dell'Unione delle Province Toscane (UPI Toscana), in partenariato con le Province stesse.
L'obiettivo dei laboratori è quello di fornire ai giovani che vogliono migliorare la loro condizione lavorativa oppure progettare percorsi autonomi di lavoro o d'impresa, occasioni di informazione tecnico-pratica, esperienza diretta presso le strutture aziendali dell'Istituto Agrario, acquisizione di nozioni e stimoli per lo sviluppo delle proprie capacità imprenditoriali.
Le iscrizioni sono aperte fino al 27 agosto 2013. Le domande verranno esaminate dai docenti dell'Istituto Agrario, che assegneranno un punteggio che terrà conto dei titoli di studio, della formazione professionale acquisita e delle esperienze lavorative più significative.
Per maggiori informazioni, si rimanda al sito della Provincia di Firenze, dove è possibile reperire l'avviso pubblico e la modulistica da compilare per presentare la propria candidatura. Per richieste di chiarimenti e delucidazioni, occorre rivolgersi agli uffici dell'Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Firenze, ai seguenti recapiti: gianfranco.sordi@provincia.fi.it, tel. 055/2760570; luciano.lupi@provincia.fi.it, tel. 055/2760568; politichegiovani@provincia.fi.it, tel. 055/2760882; e anche alla Segreteria dell'Istituto Agrario, dsga@agrariofirenze.it, tel. 055/362161.

5. NUOVA EDIZIONE DELLA GUIDA DI ORIENTAMENTO AGLI INCENTIVI PER LE IMPRESE
Giunge alla XX edizione la Guida di orientamento agli incentivi per le imprese, preparata dalla Regione Toscana. La Guida contiene informazioni di primo orientamento sulle agevolazioni cui le imprese possono accedere, illustra gli incentivi e le agevolazioni per le imprese industriali, artigiane, turistiche e commerciali ed agricole.
Incentivi e agevolazioni sono descritti sinteticamente in una scheda informativa, con riferimenti e rimandi ad approfondimenti e atti amministrativi.
Per maggiori informazioni, si rimanda al sito della Regione Toscana, da dove è possibile anche richiedere l'invio del documento sulla propria casella di posta elettronica.

Logo del Centro per l'Impiego Notizie dai Servizi per l'Impiego - Offerte di lavoro:

1. SERVIZI PER L'IMPIEGO: ORARI DI APERTURA NEL PERIODO ESTIVO
Si comunicano di seguito le modifiche agli orari di apertura del Servizio Territoriale di Fucecchio e le chiusure di alcuni Sportelli di Prima Accoglienza in vigore durante il periodo estivo:
  • Servizio Territoriale di Fucecchio: nel mese di agosto aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 13; chiuso il pormeriggio;
  • Sportello di Prima Accoglienza di Montaione: chiuso dal 15 luglio al 1° agosto 2013;
  • Sportello di Prima Accoglienza di Montespertoli: chiuso dal 12 al 24 agosto 2013;
  • Sportello di Prima Accoglienza di Montelupo Fiorentino: chiuso dal 22 luglio al 6 settembre 2013;
  • Sportello di Prima Accoglienza di Spicchio (Vinci): chiuso dal 12 al 23 agosto 2013;
  • Sportello di Prima Accoglienza di Certaldo: chiuso dal 5 al 16 agosto 2013;
  • Sportello di Prima Accoglienza di Cerreto Guidi: chiuso dal 5 al 24 agosto 2013.

2. CHIUSURA DELLE AULE TRIO NEL PERIODO ESTIVO
Si informa che le aule TRIO presso i Centri per l'Impiego di Empoli e Castelfiorentino resteranno chiuse al pubblico nel periodo dal 12 al 18 agosto 2013.

Notizie dalla Referente di Parita':

P.O.R. OBIETTIVO 2 2007-2013 «LIBERAMAMMA» - AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI VOUCHER PER L'ACCUDIMENTO DI MINORI FINO A 6 ANNI: NUOVI IMPORTI DELL'IMPOSTA DI BOLLO
Si comunica che in seguito alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (n. 147 del 25 giugno 2013) della Legge n. 71/2013, di conversione del Dl n. 43/2013, sono aumentate le misure fisse dell'imposta di bollo. In particolare, gli importi in precedenza fissati a 1,81 e 14,62 euro salgono, rispettivamente, a 2 e 16 euro. Pertanto, per partecipare all'assegnazione del finanziamento del bando "Liberamamma" si dovrà corredare la richiesta con una marca da bollo di 16 euro, mentre la richiesta di pagamento (una volta ottenuto il finanziamento) dovrà essere corredata di una marca da bollo da 2 euro.

Logo del Fondo sociale europeo
Logo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Logo del Regione Toscana
Logo del Fondo Sociale Europer Programma Operativo Regione Toscana
Valid XHTML 1.1! Valid CSS!