Newsletter n. 2/2009

Notizie, informazioni e aggiornamenti sull'attività dei settori Istruzione, Formazione e Lavoro del Circondario Empolese Valdelsa

Supplemento al n. 33 del periodico "Circondario Eventi" - Reg. Trib. di Firenze n. 5114 del 29.10.2001 - anno X.
Proprietario ed editore: Circondario Empolese Valdelsa - Piazza della Vittoria, 54 - 50053 Empoli (FI).
Direttore responsabile: Salvatore Lagaccia.
Fonte delle notizie: Amministrazioni Comunali.

"Il Fondo [Sociale Europeo] contribuisce a realizzare le priorità della Comunità riguardo al rafforzamento della coesione economica e sociale, migliorando le possibilità di occupazione e di impiego, favorendo un alto livello di occupazione e nuovi e migliori posti di lavoro" - (art. 2 , Reg. (CE) n. 1081/2008)

Archivio Newsletters

Newsletter n. 2 - Febbraio 2009


Notizie dall'Ufficio Istruzione:

1. OBBLIGO D'ISTRUZIONE, LA VIA TOSCANA
Aumentare le opportunità di istruzione e consolidare le competenze dei ragazzi e delle ragazze è, in questa fase critica dell'economia, più che mai indispensabile per creare le condizioni per un rilancio basato su innovazione e qualità. La strada maestra per raggiungere questo obiettivo non può che essere quella di contenere sempre di più la dispersione, limitare gli abbandoni, favorire la permanenza dei giovani all'interno dei percorsi scolastici e, possibilmente, portarli al diploma. L'innalzamento dell'obbligo va in questa direzione. In Toscana, diversamente dalle altre Regioni, l’obbligo di istruzione coincide con l’obbligo scolastico. La Regione, cui la legge demanda questa scelta, ha infatti fin dall'inizio operato con decisione in questa direzione, convinta che l'importante traguardo dell'innalzamento a 16 anni debba essere interpretato, soprattutto, come un ampliamento delle possibilità, per i ragazzi e le ragazze, di formarsi una solida cultura di base, che non può e non deve essere finalizzata unicamente all'ingresso nel mondo del lavoro. E' questa la scelta di fondo del modello toscano. Chi esce dalla scuola media inferiore e ritiene di optare per un percorso di formazione professionale, in Toscana deve comunque iscriversi al biennio di una scuola superiore. Per ora sono stati coinvolti istituti professionali e artistici. Solo dopo il biennio sarà possibile accedere alla formazione professionale, per almeno un anno, per conseguire una qualifica di secondo livello europeo.
Entro febbraio le scuole toscane, oltre a completare le iscrizioni, si dovranno attrezzare per organizzare i percorsi per ragazzi e le ragazze che, dopo le medie, si orientano in questo senso. La scelta sarà accompagnata da corsi di orientamento e, dal secondo anno, l'istruzione scolastica sarà affiancata da stage in azienda per avvicinare gli studenti al mondo del lavoro. E’ in ogni caso possibile, al termine dei due anni, decidere di proseguire gli studi fino al diploma. Dovrà essere ugualmente consentito anche il rientro nel percorso scolastico dopo aver seguito l'anno professionalizzante. La reversibilità della scelta è fondamentale in relazione all'obiettivo di far sì che il maggior numero di ragazzi e ragazze possa raggiungere il diploma d'istruzione superiore, colmando così il divario rispetto agli standard di altri paesi europei.

2. ISCRIZIONE ALLE SCUOLE SUPERIORI DI SECONDO GRADO PER L'ANNO SCOLASTICO 2009-2010
Con due diverse lettere indirizzate alle scuole medie secondarie di primo e di secondo grado, l'Assessore Regionale Simoncini ha confermato, ai ragazzi e alle ragazze interessati al conseguimento di una qualifica professionale, le attuali caratteristiche del modello toscano. L'eventuale scelta del canale della formazione professionale, in Toscana, è così caratterizzata: iscrizione obbligatoria ad una scuola secondaria di secondo grado, ove acquisire le competenze di base e, solo successivamente, possibilità di accedere alla formazione professionale, per almeno un anno, per conseguire una qualifica di II livello europeo. E' stata inoltre richiesta una rilevazione delle preferenze verso il conseguimento di una qualifica, da parte dei ragazzi attualmente iscritti al biennio delle scuole secondarie di secondo grado, da inviare alle Province ed al Circondario Empolese Valdelsa.

3. CANDIDATURA VISITE DI STUDIO 2009-2010
Entro il 9 aprile 2009 è possibile candidarsi per partecipare ad una Visita di Studio nel periodo 2009-2010 in uno dei 27 Stati membri dell’Unione europea, esclusa l'Italia, oltre che in Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Turchia.
Quest'attività si colloca all’interno del Programma trasversale e permette a specialisti e decisori, parti interessate nel campo dell'istruzione e della formazione professionale, di compiere brevi mobilità allo scopo di esaminare un particolare aspetto dell’apprendimento permanente in uno dei Paesi partecipanti.
Le informazioni necessarie a partecipare sono disponibili sul sito dell' Agenzia LLP Italia - Visite di Studio.
La scadenza per la presentazione delle candidature è il 9 aprile 2009 e il periodo di attività delle Visite andrà del 1° settembre 2009 al 30 giugno 2010.
Per la scelta delle visite è possibile consultare il CATALOGO 2009-2010, disponibile sul sito Cedefop
Per ulteriori informazioni è possibile contattare l'Agenzia LLP - Visite di Studio: visitestudio@indire.it

Notizie dall'Ufficio Formazione:

1. P.O.R. OBIETTIVO 3 FSE 2000-2006: PROROGA DEGLI INTERVENTI
La Commissione Europea, con propria nota n. 685 del 28 gennaio 2009, ha comunicato che l'esame sulla richiesta di proroga dei Programmi operativi 2000-2006, ivi compreso il POR Obiettivo 3 FSE 2000-6 della Toscana, si è concluso positivamente. Pertanto, le risorse residue del P.O.R. 2000-6 potranno essere utilizzate nella prima metà del 2009. Gli impegni ed i pagamenti dovranno comunque essere inderogabilmente effettuati entro il 30 giugno 2009.

2. AMMORTIZZATORI, IL CONTRIBUTO DELLE REGIONI
Dopo una lunga e non facile trattativa con il Governo sugli ammortizzatori sociali, è stato finalmente raggiunto un accordo e già dalle prossime settimane, anche in Toscana, cominceranno ad arrivare i primi finanziamenti per la Cassa integrazione straordinaria in deroga. All'assegno per il sostegno del reddito, si affiancheranno le iniziative di formazione, già previste dalla programmazione dei fondi europei. E' questo che ha spinto la Regione Toscana a firmare l'intesa ed a contribuire al reperimento dei 2,65 miliardi richiesti dal governo alle Regioni per finanziare la Cassa integrazione a livello nazionale. In Toscana tutto ciò comporterà una rimodulazione delle risorse del Fondo sociale europeo (FSE), in particolare sui due assi occupabilità e adattabilità, già assegnate per il 90 per cento alle Province e Circondari.
In attesa del via libera dalla Commissione europea, la Regione e gli Organismi Intermedi che gestiscono il FSE valuteranno come affrontare le situazioni più urgenti e rimodulare gli interventi sulla base delle novità dell'accordo.

3. BANDO I.F.T.S. 2007-2010: PRIMA SCADENZA PROROGATA AL 2 MARZO 2009
Con decreto n. 371 del 09.02.2009, la Regione Toscana ha apportato alcune modifiche all'avviso pubblico per la presentazione dei progetti per i corsi di istruzione e formazione tecnica superiore (I.F.T.S.), per il triennio 2007-2010: la scadenza per l'invio dei progetti è stata prorogata alle ore 13 del 2 marzo 2009.
Le risorse disponibili ammontano a € 3.549.327.
Restano invariati i profili indicati come prioritari dal Circondario Empolese Valdelsa:
  • Tecnico superiore per il disegno e la progettazione industriale;
  • Tecnico superiore per la ristorazione e la valorizzazione dei prodotti territoriali e delle produzioni tipiche.

4. APPROVAZIONE DELLA GRADUTORIA DEI CORSI RICONOSCIUTI ALLA SCADENZA DEL 31.01.2009
Con Determinazione n. 43 del 17.02.2009 è stato approvato l’elenco dei corsi riconosciuti alla scadenza del 31.01.2009. L’elenco completo è consultabile nella sezione Formazione del portale dell’Empolese Valdelsa.

5. APPROVAZIONE GRADUTORIA BANDO ASSE II SCADENZA 30.01.2009
Con determinazione n. 49 del 23.02.2009 è stata approvata la graduatoria dei progetti finanziati sul Bando Asse II Occupabilità – P.O.R. Ob. 2 2007–2013 con scadenza 30.01.2009. La graduatoria è consultabile nella sezione Formazione del portale dell’Empolese Valdelsa.

6. UNA NUOVA OPPORTUNITÀ PER LA FORMAZIONE CONTINUA
A breve saranno pubblicati da parte della Regione Toscana i seguenti avvisi pubblici a valere sui fondi della Legge n. 236/93 art.9, D.D. Ministero del Lavoro e Politiche Sociali n. 40/Cont./2007 del 07.05.2007 per il finanziamento di:
  • percorsi formativi individuali per lavoratori mediante l'assegnazione di voucher formativi individuali;
  • piani formativi aziendali e pluriaziendali con priorità alla formazione in ambito di sicurezza sui luoghi di lavoro.
I bandi scadranno presumibilmente nel mese di aprile.

7. PRESENTATO AL PARLAMENTO IL QUADRO DELLA FORMAZIONE CONTINUA 2008
L’11 Febbraio 2009 il Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali con la collaborazione tecnica dell’Isfol, ha presentato al Parlamento il Rapporto annuale sulla Formazione continua 2008.
Il Rapporto fornisce, come di consueto, una ricostruzione articolata ed esaustiva dell’intero sistema di formazione continua, dedicando ampi approfondimenti agli aspetti che nel corso del 2008 hanno maggiormente richiamato l’attenzione sia in termini di normativa che di strategie di sviluppo.
Tra queste:
  • l’attività delle Parti sociali nella loro espressione bilaterale con l’attivazione dei Fondi paritetici interprofessionali;
  • un’attenzione maggiore da parte della contrattazione collettiva agli aspetti legati alla formazione dei lavoratori;
  • una moltiplicazione delle sedi di confronto interistituzionale;
  • una disponibilità crescente di risorse finanziarie al servizio degli strumenti di sostegno alle iniziative;
  • un maggiore impegno da parte delle istituzioni e degli enti incaricati dello studio, del monitoraggio e della valutazione dei relativi fenomeni.
Il volume prevede una sezione dedicata ai “Fenomeni” della Formazione continua, recante i risultati delle principali indagini condotte a livello internazionale e nazionale, che disegna un quadro esauriente degli atteggiamenti delle imprese e dei lavoratori nei confronti della formazione. In questa edizione particolare risalto è stato dato ai risultati della terza indagine quinquennale Cvts (Continuing vocational training survey) promossa dall’Eurostat e realizzata in Italia da una partnership scientifica tra Istat e Isfol.

8. CONFERENZA STATO - REGIONI, UN NUOVO ACCORDO SU 5 FIGURE PROFESSIONALI NAZIONALI
Lo scorso 5 febbraio 2009 è stato siglato in sede di Conferenza Stato-Regioni l’Accordo ”per la definizione delle condizioni e delle fasi relative alla messa a regime del sistema di secondo ciclo di Istruzione e Formazione Professionale”.
Tale provvedimento istituisce 5 nuove figure professionali nazionali in uscita dai percorsi triennali di istruzione e formazione professionale, definendone anche i relativi standard delle competenze tecnico- professionali.
L’Accordo contiene anche le 14 figure professionali approvate con Accordo lo scorso 5 ottobre 2006, descritte però secondo il nuovo format.
L’individuazione delle figure a banda larga riprende la procedura bottom-up alla base dell’Accordo del 2006, basata sulla piena valorizzazione di quanto realizzato dalle Regioni sui propri territori.
Le 19 figure vanno così a completare il quadro unitario delle figure di riferimento a livello nazionale per la filiera del diritto-dovere, articolabili in specifici profili professionali regionali sulla base delle esigenze territoriali e base per lo sviluppo dei diplomi professionali di Istruzione eFormazione Professionale.
Il provvedimento delinea, infine, un percorso condiviso per la manutenzione e l’aggiornamento permanente delle figure e dei relativi standard delle competenze tecnico-professionali, riferimento nazionale per le qualifiche e per i diplomi professionali di Istruzione e Formazione Professionale.
Il testo dell’Accordo si può consultare sul sito di Tecnostruttura


Notizie dall'Ufficio Politiche del Lavoro:

1. SEMINARIO “LINEE GUIDA PER L’ATTUAZIONE DELL’OBBLIGO DI ISTRUZIONE IN TOSCANA” – 10 MARZO 2009
Con la Delibera di Giunta Regionale n. 979 del 2008, la Regione Toscana ha significativamente riformato il percorso per l’assolvimento dell’obbligo di istruzione, secondo modalità successivamente specificate con il decreto n. 6307 del 2008.
Per discutere sul senso della riforma e sulle azioni che i vari attori coinvolti dovranno intraprendere, l’Ufficio Politiche del Lavoro del Circondario Empolese Valdelsa organizza un seminario che si terrà martedì 10.03.2009 alle ore 15:00 presso la Sala Conferenze del Centro per l’Impiego di Empoli, via delle Fiascaie 1.
Il seminario verrà aperto dal Direttore del Circondario Empolese Valdelsa, Alfiero Ciampolini e dal Sindaco di Fucecchio e delegato a Scuola e Università, Claudio Toni. Interverranno anche Anna Amodeo della Direzione generale Politiche Formative, Beni e Attività Culturali della Regione Toscana che illustrerà le linee guida per l’attuazione dell’obbligo di istruzione in Toscana a norma della D.G.R. n. 979/2008 e il Prof. Andrea Marchetti, dirigente scolastico del Liceo Virgilio di Empoli. Un operatore dei Servizi per l’Impiego del Circondario relazionerà sul ruolo dei Tutor nei Centri per l’Impiego alla luce delle nuove linee guida. A conclusione delle relazioni sarà aperto il dibattito con i partecipanti.

2. RIAPRE AL PUBBLICO L’AULA “TRIO” DI EMPOLI
Il Polo Trio di Empoli rimasto chiuso dal 31.12.2008 per lavori di ristrutturazione, riapre al pubblico a far data dal 01.03.2009.
Trio (Tecnologia, Ricerca, Innovazione e Orientamento) è il sistema di Web Learning della Regione Toscana, un sistema facile, gratuito ed intuitivo di apprendere mediante prodotti e servizi formativi di facile accesso.
I servizi offerti da TRIO sono:
  • un ampio catalogo di prodotti formativi organizzati e consultabili per area tematica;
  • un servizio di tutoraggio on line;
  • aule virtuali sincrone e asincrone, per supportare l'apprendimento collaborativo;
  • un servizio di help desk, a cui si accede attraverso un numero verde dedicato;
  • servizi per l'attivazione e lo sviluppo di Web Learning Group, che consentono l'accesso al sistema da parte di Enti Pubblici, Imprese, Organismi formativi, Associazioni, ecc....
Alla fine di ogni percorso formativo si ha inoltre la possibilità di verificare il livello delle conoscenze acquisite attraverso un test finale, il quale in caso di superamento, dà diritto al rilascio di un attestato di frequenza.
L’Aula Trio di Empoli gestita direttamente dal Circondario è situata presso il Centro per l’Impiego di Empoli e sarà aperta al pubblico per 24 ore settimanali, così articolate: lunedì, mercoledì e venerdi dalle ore 9:30 alle 13:30 e martedì e giovedì dalle 14:00 alle 18:00. Negli orari di apertura al pubblico sarà presente il tutor di aula, Marco Andreotti, che può essere contatto al numero telefonico 0571/9803348-343.
L’altra aula Trio del Circondario è presso il Centro per l’Impiego di Castelfiorentino ad oggi ancora in corso di allestimento, la cui apertura sarà pubblicizzata successivamente.

3. BANDO INCENTIVI ALLE IMPRESE: PROSSIMA SCADENZA 31 MARZO
Con Determinazione n. 360 del 13.10.2008 è stato pubblicato il Bando P.O.R. Obiettivo 2 per gli anni 2007-2013 che mette a concorso risorse per la concessione di aiuti a favore di imprese per l’assunzione a tempo indeterminato di persone non occupate e per la stabilizzazione di persone con contratti di lavoro atipico relativi agli Assi I (Adattabilità), II (Occupabilità)e III (Inclusione Sociale). Sono previste quattro scadenze annuali e precisamente quella del 31 marzo, del 30 giugno, del 30 settembre e del 31 dicembre.
Le risorse disponibili alla scadenza del 31 marzo sono così suddivise:
  • I – Adattabilità: € 21.250,00
  • II – Occupabilità: € 15.000,00
  • III – Inclusione Sociale: € 8.438,00
Possono beneficiarie degli incentivi le imprese con sede legale o almeno un'unità produttività nel Circondario Empolese Valdelsa.
Per maggiori informazioni è possibile consultare il bando e la modulistica nella sezione Lavoro del Portale dell'Empolese Valdelsa.

4. BANDO BORSE LAVORO E TIROCINI: PROSSIMA SCADENZA 31 MARZO
Con Determinazione n. 235 del 27.06.2008 è stato pubblicato il Bando P.O.R. Obiettivo 2 per gli anni 2007-2013 che mette a concorso risorse a valere sugli Assi II (Occupabilità) e III (Inclusione sociale) per il finanziamento di borse lavoro tirocini.
Al fine di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e della realtà aziendale, si promuovono tirocini formativi e di orientamento con assegnazione di borsa lavoro ai tirocinanti di € 300,00 lordi mensili. Nel caso di donne con età superiore a 35 anni e uomini con età superiore a 45 anni la borsa lavoro ammonta a € 600,00 lorde mensili.
Il bando prevede tre scadenze annuali e precisamente quella del 31 marzo, del 31 luglio e del 30 novembre.
La prossima scadenza è quindi quella del 31 marzo.
Le risorse disponibili alla scadenza del 31 marzo sono:

  • Asse II Occupabilità: € 37.500,00
  • Asse III Inclusione Sociale: € 8.381,00
Possono fare richiesta di borsa lavoro uomini e donne, inoccupati e disoccupati che abbiano assolto l’obbligo di istruzione e formazione, residenti nel Circondario Empolese Valdelsa (domiciliati, se stranieri) e che abbiano sottoscritto il Patto di Servizio Integrato con un centro per l’impiego/servizio territoriale nel quale sia stata concordata la politica attiva del tirocinio come azione formativa e di orientamento.
Possono fare domanda di borsa lavoro anche le persone iscritte alla Legge n. 68/99 che rientrano nella condizioni di cui sopra e che non siano destinatari per le medesime azioni di specifici fondi regionali. Per maggiori informazioni Per maggiori informazioni è possibile consultare il bando e la modulistica nella sezione Lavoro del Portale dell'Empolese Valdelsa.
Per la richiesta della borsa lavoro è necessario recarsi presso il Centro per l’Impiego di Empoli, Castelfiorentino o al Servizio Territoriale di Fucecchio


Logo del Centro per l'Impiego Notizie dai Servizi per l'Impiego - Offerte di lavoro:

1. OFFERTE DI LAVORO PER LE PERSONE ISCRITTE AL COLLOCAMENTO MIRATO
Il Comune di Greve in Chianti ha pubblicato un avviso di selezione pubblica per titoli ed esami per l'assunzione nominativa di n. 1 posto di Operatore cat. A tempo indeterminato part-time, riservato alle persone disabili di cui alla Legge n. 68/99.
La scadenza per la presentazione della domanda è prevista per il 19.03.2009.
Per ulteriori informazioni, è possibile consultare l'apposita sezione del sito della Provincia di Firenze.

2. NUOVE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI COMUNICAZIONE DI LAVORO DOMESTICO
L’art. 16 bis della Legge n. 2 del 2009, comma 11, ha abrogato, a partire dal 29 gennaio 2009, l’obbligo per i datori di lavoro domestici di comunicare ai Centri per l’Impiego l’assunzione, la cessazione, la trasformazione e la proroga del rapporto di lavoro del personale domestico.
Tale obbligo si intende assolto con la presentazione delle comunicazioni stesse all’INPS, attraverso modalità semplificate.

3. DISOCCUPAZIONE CON REQUISITI RIDOTTI
Si ricorda che la domanda di indennità di disoccupazione con requisiti ridotti deve essere presentata agli uffici INPS entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello in cui è cessato il rapporto di lavoro. Non è pertanto necessaria l’iscrizione al Centro per l’Impiego.


Notizie dalla Referente di Parita':

1. PARI OPPORTUNITÀ SUL LAVORO: OCCUPAZIONE FEMMINILE, INVESTIMENTI PER 20 MILIONI
Incentivi alle aziende che assumono donne, interventi formativi individualizzati grazie alla carta prepagata, programmi specifici per le lavoratrici svantaggiate, servizi di accompagnamento al lavoro, azioni per qualificare le lavoratrici immigrate, voucher di conciliazione. Queste le misure che vedranno concretamente la luce grazie alla declinazione a livello territoriale delle iniziative previste dal Patto regionale per l'occupazione femminile e per le quali sono previsti complessivamente investimenti per circa 20 milioni di euro per gli anni 2008-2009. La Regione finanzierà il patto per questi due anni per oltre 4 milioni di euro.
Ai finanziamenti messi in campo dalla Regione grazie al nuovo periodo di programmazione del Fondo sociale europeo, fanno da contraltare quelli delle Province e dei circondari: per il 2008 si tratta di circa 7 milioni e 200 mila euro cui si aggiungono 8 milioni e 900 mila euro per il 2009.
L'assessore Simoncini ha ricordato le principali azioni su cui si concentrano le risorse: 1 milione servirà per incentivare l'assunzione, a tempo pieno o parziale, di donne sopra i 35 anni; 1 milione e 200 mila euro sono destinati a potenziare in chiave femminile la carta formativa I.L.A. (Individual learning account) da utilizzare per percorsi formativi individualizzati.
Proseguirà, grazie a un fondo di 600 mila euro, l'esperienza del programma P.A.R.I. (Programma azioni di ricollocazione e impiego) a favore di persone in particolari condizioni di svantaggio e anche (300 mila euro), quella dei voucher per i servizi di cura di bambini, anziani, disabili. Altri 500 mila euro sono destinati a servizi di accompagnamento al lavoro e outplacement che si concentreranno sulle tre province con un tasso di occupazione femminile più basso (Arezzo, Grosseto, Prato).

Logo del Fondo sociale europeo
Logo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Logo del Regione Toscana
Logo del Fondo Sociale Europer Programma Operativo Regione Toscana
Valid XHTML 1.1! Valid CSS!